Marco Casini Architetto

Catasto

Accatastamento e Variazione catastale

In caso di nuova costruzione o ristrutturazione della propria casa, prima della fine lavori si deve obbligatoriamente procedere all’accatastamento dell’immobile al fine di attribuirgli gli identificativi catastali necessari per il calcolo dell’IMU, dell’IRPEF e per richiedere l’agibilità e abitabilità. A seconda del tipo di edificio e delle sue caratteristiche viene assegnata anche una categoria catastale. [elenco categorie catastali]
L’accatastamento deve essere eseguito anche in caso del solo cambio di destinazione d’uso.
Il servizio offerto prevede:
– sopralluogo da parte di un professionista abilitato;
– rilievo e redazione della planimetria catastale dell’edificio;
– redazione del modello DOCFA;
– consegna presso l’ufficio competente.

Cosa è la conformità catastale ?

Il D.L 78/10 ha introdotto l’obbligo di dichiarare la conformità catastale dell’appartamento in ogni atto di compravendita.

Questo significa che prima dell’atto il notaio deve accertare che lo stato attuale dell’immobile o dell’appartamento corrisponda allo stato dichiarato al Catasto, sia per quanto riguarda i dati sia per quanto riguarda la planimetria catastale.

Se il mio appartamento non ha la conformità catastale cosa devo fare ?

Se l’appartamento, allo stato attuale, non è conforme con i dati e la planimetria catastale bisogna fare un aggiornamento prima del rogito, altrimenti l’atto potrebbe essere nullo.

Questa è una situazione piuttosto frequente, perchè negli anni all’interno di un appartamento sicuramente sono state effettuate delle modifiche mai dichiarate né al Catasto né al Comune. In questo caso ci si trova di fronte ad una situazione da regolarizzare prima di mettere in vendita, o di acquistare, un appartamento, per non avere poi dei problemi in futuro.

Quando le modifiche sono rilevanti, come nel caso della realizzazione di un bagno in più, oppure la variazione del numero di camere, bisogna regolarizzare la situazione prima al Comune, poi presso il Catasto. Se vi ritrovate in questa situazione potete contattarci per risolvere il problema.

Visura catastale

E’ un documento rilasciato dal catasto e contiene tutti i principali dati relativi ad un immobile (sezione urbana, particella, subalterno, indirizzo, categoria catastale, rendita e nome del proprietario).
La visura, pur contenendo il nome del proprietario non è da intendersi come attestante la proprietà dell’immobile.

Frazionamento

Il frazionamento di un terreno permette di suddividere l’area in aree più piccole ed è necessario, ad esempio, nel caso di suddivisione tra proprietari di un immobile o di un terreno.

Volture catastali

La Voltura catastale è obbligatoria in caso di cambio di proprietario per aggiornare gli archivi catastali relativi al proprio immobile e questo si rende necessario in caso di compravendita, successione, ecc.

La voltura va presentata entro 30 giorni dall’avvenuto trasfermento del bene, oltre questo termine si incorre in una sanzione.

Per presentare la domanda di voltura catastale si può procedere in due modi:

  • Si compila la domanda su modello digitale tramite il software Voltura 1.0, e si presenta allo sportello dell’Agenzia del Territorio la stampa su carta e la copia su supporto informatico;
  • Si compila e si consegna il modello cartaceo disponibile presso gli Uffici dell’Agenzia del Territorio.

Il costo della voltura catastale è di circa 70,00 € con possibilità di versamento direttamente allo sportello al momento della presentazione.

Per quanto riguarda il Comune di Roma, le volture catastali vanno presentate presso l’Agenzia del Territorio.

Rettifica dati catastali

Se hai riscontrato errori nelle informazioni catastali (tipo indirizzo, numero civico, numero dei vani, superficie…) possiamo aiutarti a correggere tali incongruenze.

Contattaci al 3490610386 oppure compilando il form qui sotto

Copyright 2010 - 2020 Tutti i diritti riservati. P.IVA: 01712640661
Via Dei Consoli 4, Guidonia M. (RM)